Visco: “Occorre una norma per rimuovere i vertici delle banche”. Ripresa a metà 2013

“Sulla base di fondate evidenze”- dice Visco –  “Bisogna opporsi o rimuovere dall’incarico i vertici delle banche”. Queste le dichiarazione del governatore di Bankitalia: “Quando l’intermediario non è in crisi la Banca d’Italia può chiedere gli azionisti di rinnovare il vertice, ma non può incidere sulle loro decisioni nè rimuovere un amministratore”. “L’Italia non si è ancora lasciata alle spalle gli effetti della crisi finanziaria e delle due recessioni che l’hanno accompagnata”, ha detto ancora il titolare dell’authority di vigilanza sul sistema bancario: “La nuova flessione dell’attività economica, iniziata a metà del 2011, ha annullato il parziale recupero registrato dopo il 2009: il prodotto interno lordo- spiega Visco- è ridisceso su un livello di circa 7 punti percentuali più basso di quello precedente la crisi; in cinque anni la produzione industriale e gli investimenti fissi lordi sono scesi di quasi un quarto, il numero di occupati di oltre mezzo milione”. “La caduta dell’attività economica potrebbe arrestarsi nel secondo semestre del 2013”, ribadisce Visco, attingendo alle ultime stime fornite dall’istituto centrale nelle scorse settimane e contenute nel Bollettino Economico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com