Violenti scontri a Berkeley tra sostenitori e oppositori di Trump

Come riporta il ‘Los Angeles Times’, Berkeley torna a infiammarsi. Nella giornata di ieri nella città universitaria californiana si sono registrati violenti scontri fisici tra sostenitori del presidente e manifestanti anti-Trump. La polizia ha arrestato oltre 10 persone.

Ieri, in vari stati degli Usa, sono state organizzate diverse manifestazioni a sostegno del presidente, quasi tutte senza incidenti.

Già il mese scorso c’erano state tensioni e violente proteste al campus universitario di Berkeley in occasione del previsto intervento pubblico di Milo Yiannopoulos, un sodale di Steve Bannon e Trump che poi aveva cancellato il suo appuntamento.

La manifestazione di ieri,  intitolata ‘March 4 Trump’ era iniziata presso il parco Martin Luther King Jr. nel primo pomeriggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com