Violazione degli obblighi di assistenza familiare: Corte di Cassazione 6 Sez. Penale Sentenza 37090/2019

Violazione degli obblighi di assistenza familiare: Procedibilità d’ufficio

Sesta Sezione Penale Corte di Cassazione sentenza n. 37090/2019

La Suprema Corte osserva quanto segue:

1) in tema di reati contro la famiglia, la fattispecie di cui alla L. n. 898 del 1970, articolo 12-sexies, richiamata dalla previsione di cui alla L. n. 54 del 2006, articolo 3, che punisce il mero inadempimento dell’obbligo di corresponsione dell’assegno di mantenimento stabilito dal giudice a favore dei figli (senza limitazione di eta’) economicamente non autonomi, e’ reato perseguibile d’ufficio a natura permanente, la cui consumazione termina con l’adempimento integrale dell’obbligo ovvero con la data di deliberazione della sentenza di primo grado, quando dal giudizio emerga espressamente che l’omissione si e’ protratta anche dopo l’emissione del decreto di citazione a giudizio;

2) per i fatti commessi prima dell’entrata in vigore del Decreto Legislativo 1 marzo 2018, n. 21, vi e’ continuita’ normativa tra la fattispecie prevista dall’articolo 570-bis c.p. e quella prevista dalla L. 8 febbraio 2006, n. 54, articolo 3
 Movimento Genitori Separati
 il Presidente Dott.
Marco A. Doria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com