Vertice fiume tra Monti e partiti. Nuovo patto: riforme in tempi rapidi

Sei ore di vertice ed un unico obiettivo: stipulare un patto per ribadire la volontà di approvare rapidamente la riforma del mercato del lavoro, nel rispetto dei limiti imposti dal Parlamento. A questo hanno mirato infatti ieri sera a Palazzo Chigi, Angelino Alfano, Pierluigi Bersani e Pier Ferdinando Casini durante l’incontro con il premier Mario Monti.  Un patto che, come spiega una nota di Palazzo Chigi, evidenzia “l’esigenza di un raccordo periodico con i Presidenti dei Gruppi parlamentari che sostengono il Governo per la definizione di una efficace e coerente programmazione dell’agenda sui principali provvedimenti che il Parlamento esaminerà”.

Tema chiave dell’incontro, la crescita e la creazione di occupazione, anche in relazione alla politica comunitaria.  Proprio a questo proposito, durante il vertice – è sempre il resoconto di Palazzo Chigi – il ministro Severino ha informato sull’iter parlamentare in vista di una tempestiva approvazione dei provvedimenti all’esame, alcuni dei quali concorreranno anch’essi ad attrarre gli investimenti stranieri e a incentivare quelli nazionali.

Misure concrete quelle proposte dal Ministro Passera che ha  illustrato l’agenda per la crescita fornendo dettagli sulle prossime misure,soprattutto in relazione alle infrastrutture e alla liquidità per le imprese. Cinquanta provvedimenti tutti con un unico scopo: rilanciare il pil(fra queste i capitoli delle bollette energetiche, delle infrastrutture e delle semplificazioni).

Inoltre è prevalsa la determinazione generale ad approvare la riforma del mercato del lavoro nei tempi più brevi e nel rispetto delle prerogative delle Camere. E’ stata anche fatta una valutazione delle modifiche richieste dai partiti: modifiche (come quelle sul fronte della flessibilità in entrata) che saranno concordate con Elsa Fornero e che si potrebbero tradurre in emendamenti da presentare entro venerdì prossimo.

Altro tema chiave, quello del Def(documento di economia e finanza). In vista del Cdm di oggi, che si occuoerà proprio di questo i partiti hanno voluto approfondirne il contenuto, soprtattuto in relazione al programma nazionale di riforme.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com