Versace diventa americana per due milardi di dollari

La Maison Versace si allontana dall’Italia ed è pronta a diventare un marchio a stelle e strisce per due miliardi di dollari. Come riportato dal giornale statunitense WWD, la casa di moda fondata da Gianni Versace nel 1978 potrebbe essere venduta ad un acquirente americano. La sfida per conquistare lo storico marco italiano è tra Michael Kors e Tiffany. Lo stilista americano vuole concentrare la sua attenzione al lusso di fascia alta e lo dimostra l’acquisto, lo scorso anno, marchio londinese di scarpe Jimmy Choo per quasi un miliardo di dollari. Più in salita la partita per Tiffany visto il proprio assetto societario.

Negli ultimi mesi numerosi marchi hanno manifestato il proprio interesse per la Medusa: dai giganti francesi del lusso LVMH e Kering a gruppi americani come PVH e Tapestry. Attualmente la società è controllata all’80% dalla famiglia Versace e al 20% da Blackstone.

Il gruppo finanziario statunitense ha infatti raggiunto un accordo con la casa di moda nel 2014, un accordo che, all’epoca, valutava la società con sede a Milano a circa 1 miliardo di euro. Le azioni rimanenti invece sono nelle mani dei fratelli Donatella e Santo Versace e della figlia del direttore creativo Allegra Versace Beck.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com