Varani: periti, Foffo capace intendere

Manuel Foffo era capace d’intendere e volere al momento in cui nel marzo 2016, nel corso di un festino a base di sesso e droga, fu massacrato a Roma Luca Varani. È questo l’esito della maxiperizia medico-legale affidata dai giudici d’appello ai professori Antonio Oliva, Stefano Ferracuti e Marco Molinari. Foffo è stato condannato a 30 anni di reclusione in abbreviato, per l’accusa di omicidio volontario aggravato dalla crudeltà e dalla minorata difesa. Della morte di Varani, insieme con lui, era accusato anche Marco Prato, ma morto suicida in carcere prima dell’inizio del dibattimento ordinario.

Furono trenta – tra coltellate e martellate – i colpi che straziarono il corpo di Varani. Secondo l’accusa, i due amici, dopo aver fatto uso di droga e alcool, uscirono di casa la mattina del 4 marzo 2016 con l’intento di vagare per le strade “alla ricerca di un qualsiasi soggetto da uccidere”.

Circa redazione

Riprova

Coronavirus, 29003 contagi, 822 decessi

Sono 29.003 i nuovi casi di coronavirus registrati in Italia nelle ultime 24 ore, in …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com