Vaccini, il metodo Taverna fa insorgere i Dem: Una donna pericolosa

 

“Quando ero piccola, se avevo un cugino con una malattia esantematica, facevamo la processione a casa sua”. Nessun vaccino anzi si visitavano i parenti che avevano varicella, morbillo, rosalia per “essere infettati” e così non avere più problemi in futuro. La raccomandazione ad utilizzare i vecchi metodi arriva dal vicepresidente del Senato e membro di spicco del M5S Paola Taverna. In un filmato registrato nei mesi scorsi durante un incontro del MoVimento la senatrice lancia la sua proposta sul tema dei vaccini ma che sta scatenando la reazione di utenti social ed esponenti dem sul tema dei vaccini.

“Così la zia se sgrugnava tutti e sette i nipoti, tutti e sette i nipoti c’avevano la patologia e se l’erano levata”. E ancora: “Funzionava così all’età mia. Adesso devi essere immune da tutto, va bene, ma lo posso decidere io come mi voglio immunizzare?”.

Affermazioni imbarazzanti e pericolose che hanno portato soprattutto esponenti dei Dem a criticare le esternazioni della Taverna. Per Simona Malpezzi, vicepresidente del gruppo dem a Palazzo Madama “questa donna è imbarazzante. E pure pericolosa. Non può presiedere l’aula del Senato una che mette a rischio la salute pubblica” si legge in un tweet.

“La senatrice Taverna dovrebbe o fare lo sforzo di studiare le cose che non conosce o avere l’umiltà di tacere” scrive via social Caterina Biti, esponente dem di Palazzo Madama, che aggiunge: “Sulla salute non è ammessa propaganda”.

Il filmato è stato ripostato anche da altri senatori Pd tra cui Davide Faraone, Edoardo Patriarca e Eugenio Comincini, esponente dem in Commissione permanente Finanze, retwittato poi dall’ex segretario del Partito democratico, Matteo Renzi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com