Vacanze in tempo di ‘crisi’: italiani riducono spese viaggi del 7%

La crisi incide sulle vacanze degli italiani che, se non rinunciano ad andar fuori, prediligono tuttavia viaggi low cost. E’ quanto emerge da un’indagine di Federturismo Confindustria, secondo cui “la contrazione dei consumi delle famiglie porterà gli italiani a viaggiare meno quest’estate e a ridurre del 7% la spesa pro capite”.

Niente viaggi all’estero. Gli italiani preferiranno quest’estate mete più vicine da raggiungere in poche ore di treno o di aereo, optando, nel 31% dei casi, per il soggiorno in strutture alberghiere. Le destinazioni preferite rimangono per il 70% dei connazionali le località marittime con in testa la Sicilia, la Puglia e la Toscana, ma cresce anche l’attrazione delle città d’arte che conquista il cuore dei turisti. Il 25% opterà invece per le mete classiche dell’estero: Spagna, Baleari e Grecia.  Tra i dati in controtendenza l’analisi di Federturismo evidenzia un leggero aumento di turisti tedeschi, statunitensi e giapponesi, mentre calano gli arrivi dei francesi e dei britannici. Il 42% degli italiani ha utilizzato internet per organizzare la propria vacanza. “E’ evidente che la situazione di crisi generalizzata – conclude Federturismo Confindustria – impone un’accelerazione alla messa in atto dei provvedimenti che il Governo ha anticipato nel Decreto del Fare”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com