Usa 2020: testa a testa Trump-Biden. Decisivo il voto postale: oltre 80 milioni di schede

Si prospetta una lunga coda delle elezioni presidenziali americane. Ci vorrà tempo e il finale non è chiaro. Gli americani vanno a dormire senza un vincitore, ma Donald Trump rivendica la vittoria via Twitter aggiungendo che ‘vogliono rubarci le elezioni e non lo permetteremo’ Potrebbero volerci giorni prima di un verdetto definitivo perché la contesa si gioca soprattutto in Michigan, Wisconsin e Pennsylvania, che annunciano il rinvio dello spoglio dei voti postali.

Affluenza mai così alta da oltre un secolo, verso il 67%. Volano i future a Wall Street.

In un pugno di Stati chiave, infatti, lo spoglio delle schede si protrarrà nelle prossime ore e probabilmente per tutto il resto della settimana, soprattutto per poter contare i voti giunti per posta. Si tratta della Pennsylvania, del Michigan, del Wisconsin e del North Carolina, che in totale assegnano 61 grandi elettori e dove, secondo le proiezioni dei principali media, Donald Trump è attualmente in vantaggio. Ma il risultato potrebbe essere ribaltato proprio dai voti per posta, che solitamente favoriscono il campo democratico. Una situazione, dunque, che potrebbe innescare la reazione del presidente, che da settimane contesta la decisione di continuare a scrutinare le schede anche dopo l’Election Day. Trump comunque può sorridere: dopo la Florida si è aggiudicato anche l’Ohio e l’Iowa, mentre il primo Stato chiave conquistato da Joe Biden è l’Arizona, un risultato subito contestato dalla campagna del presidente. Biden inoltre ha trionfato come previsto a New York, in California e in tutto il resto della costa occidentale. 

E l’incertezza dell’esito del voto in Pennsylvania potrebbe riprodursi in altri Stati del Midwest e della cosiddetta Rust Belt, la regione delle periferie operaie che nel 2016 fu decisiva per l’elezione di Trump. Sia in Michigan che in Ohio e in Wisconsin, infatti, il presidente è in vantaggio di alcune centinaia di migliaia di voti, ma potrebbe essere penalizzato dalle preferenze espresse per posta che saranno scrutinate più tardi. Il Michigan, in particolare, potrebbe attendere fino a venerdì per ufficializzare il conteggio delle schede inviate per corrispondenza.

Più serrata la battaglia per il Senato dove si vota per rinnovare un terzo dei seggi. Tra le conferme più illustri finora quella del leader dei senatori repubblicani Mitch McConnell, quella del senatore repubblicano Lindsay Graham e, in campo democratico, quella del senatore Cory Booker. Alla Camera riconfermata Alexandria Ocasio Cortez.

Melania Trump si è presentata al seggio elettorale al Morton e Barbara Mandel Recreation Center di Palm Beach ed era l’unica persona a non indossare la mascherina. Lo sottolinea il pool della Casa Bianca al seguito della first lady che salutando i reporter ha detto di sentirsi ‘benissimo’. Anche lei come il marito è stata positiva al Covid. Alla domanda del perchè non abbia votato col presidente la scorsa settimana, Melania ha quindi risposto: ‘E’ l’Election Day, ho preferito venire a votare oggi’.

Circa Redazione

Riprova

Tunisia. Il presidente sospende il Parlamento per 30 giorni e licenzia il premier. Saied: Non è colpo di Stato

Tunisia nel caos. Dopo una giornata di scontri, proteste e manifestazioni in varie città contro …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com