Ucciso leader di un gruppo sunnita in Pakistan

 La polizia pachistana ha sparato a Malik Ishaq, capo del gruppo di militanti sunniti Lashkar-e-Jhangvi, messo fuorilegge dal governo di Islamabad. Ishaq, arrestato la scorsa settimana con l’accusa di essere responsabile di numerosi attacchi contro gruppi sciiti, era a bordo di un blindato nella regione del Punjab, quando alcuni suoi sostenitori hanno aperto il fuoco nel tentativo di liberarlo. Nello scontro a fuoco che ne è seguito, la polizia locale ha ucciso lui, i suoi due figli e altri undici militanti.  Alcuni sostenitori di Ishaq hanno aperto il fuoco contro il convoglio della polizia, nel tentativo di liberare il loro leader.  Il gruppo Lashkar-e-Jhangvi, accusato di aver ucciso di centinaia di musulmani sciiti nel Paese, è sulla lista nera del Pakistan dal 2001 ed è stato definito organizzazione terrorista dagli Stati Uniti nel 2003.

Cocis

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com