Uccise l’ex fidanzata, condannato a 26 anni il campione di Lacrosse

George Huguely, campione di Lacrosse dell’Università della Virginia, è stato condannato a 26 anni di prigione per l’omicidio dell’ex fidanzata. La giuria del processo – che ha suscitato molto interesse data la notorietà locale dell’imputato e della vittima che giocava per l’università al gioco originariamente inventato dai nativi americani – infatti ha ritenuto Huguely colpevole di omicidio preterintenzionale e non volontario, come invece chiedeva l’accusa. Secondo i giurati quindi il 24enne non aveva l’intenzione di uccidere Yeardley Love, di 22 anni, quando la notte del 2 maggio del 2010 sfondò a calci la sua porta, l’aggredì e la lasciò in una pozza di sangue sul suo letto. La ragazza fu poi trovata morta, a causa di un trauma cranico, dalla sua compagna di stanza diverse ore dopo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com