Turchia, Consiglio europeo condanna azione in Siria: “Ankara ritiri truppe”

L’Unione europea condanna l’azione militare della Turchia nel nord-est della Siria ed esorta Ankara a ritirare le sue forze. E’ quanto si legge nel testo delle conclusioni del Consiglio europeo, diramato nella notte dal Consiglio dell’Ue, dove si approvano le conclusioni del Consiglio Affari esteri di lunedi’ scorso. L’Ue condanna l’azione militare unilaterale della Turchia nel nord-est della Siria, che causa sofferenze umane inaccettabili, compromette la lotta contro Daesh e minaccia pesantemente la sicurezza europea. “Il Consiglio europeo prende atto dell’annuncio reso stasera da Stati Uniti e Turchia riguardo a una sospensione di tutte le operazioni militari. Esorta nuovamente la Turchia a cessare la sua azione militare, a ritirare le sue forze e a rispettare il diritto internazionale umanitario. In seguito alle conclusioni del Consiglio del 14 ottobre 2019, ricorda che alcuni Stati membri hanno deciso di bloccare il rilascio delle licenze di esportazione di armi alla Turchia”, si legge nel testo delle conclusioni.

L’Unione europea rimane impegnata a proseguire i suoi sforzi volti ad affrontare in maniera efficace la grave crisi umanitaria e dei rifugiati in funzione del mutare delle necessita’, anche sostenendo gli Stati membri che affrontano le sfide piu’ ardue in termini di flussi migratori nel Mediterraneo orientale. Il Consiglio europeo continuera’ a occuparsi della questione. Il Consiglio Europeo ha approvato anche le conclusioni del Consiglio Affari Esteri di lunedi’ scorso sulle attivita’ illegali di trivellazione della Turchia nella zona economica esclusiva di Cipro e ha riaffermato la propria solidarieta’ nei confronti di Cipro. Il Consiglio europeo continuera’ a occuparsi della questione. In riferimento alle conclusioni del 20 giugno 2019, il Consiglio europeo ha ribadito il suo pieno sostegno a tutti gli sforzi volti ad accertare la verita’ e le responsabilita’ e a ristabilire la giustizia per le vittime dell’abbattimento del volo Mh17 e i loro familiari, e invita tutti gli Stati a fornire piena collaborazione all’indagine in corso conformemente alla risoluzione 2166 del Consiglio di sicurezza dellOnu (Unsc).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com