Truffa telefonia, indagato: “A noi liste con migliaia numeri”

“Dopo aver fatto altre analisi, abbiamo avuto conferma che era possibile attivare utenti utilizzando delle liste di numerazioni, queste ci vennero passate con cadenze trimestrali (…) abbiamo utilizzato 2 o 3 liste al massimo, ciascuna lista conteneva centinaia di migliaia di numerazioni Wind”. Lo ha messo a verbale Gabriele Andreozzi, responsabile di una delle societa’ al centro della maxi frode informatica ai danni degli utenti delle compagnie telefoniche, scoperta dalla Procura di Milano.

Queste “liste” coi numeri, che servivano poi per attivare servizi non richiesti ma pagati a loro insaputa dagli utenti, “ci vennero passate”, ha spiegato l’indagato, da “Cresti ed Affinito (della Pure Bross, altra societa’ al centro del sistema, ndr)” su “Telegram dopo che ci siamo accordati su tale nuova modalita’ di attivazione indebita”. Andreozzi ha anche parlato dei “rapporti” tra Luigi Sacca’, ex dirigente Wind e figlio dell’ex dg della Rai Agostino, ed Evolution people srl, “una delle tre societa’ pubblicitarie – ha detto ai pm – sponsorizzate da Wind a partire dalla fine del 2017”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com