‘Trovarsi altrove’, immigrazione allo specchio a Mori

MORI. Quattro incontri per approfondire l’immigrazione e coglierne la reale fotografia,  dai numeri del fenomeno ai risvolti economici, dal dramma dei ‘viaggi della speranza’ verso l’Europa al rapporto fra Islam e democrazia. La rassegna, intitolata ‘Trovarsi Altrove – migrazioni tra miti e realtà’, è organizzata da una vasta rete di istituzioni e realtà del terzo settore e si svolgerà fra aprile e maggio 2016 a Mori. L’iniziativa è stata presentata stamane a Trento presso il Cinformi. Protagonisti dei quattro incontri, in programma presso l’Auditorium Comunale di Mori  saranno studiosi e osservatori impegnati a vario titolo nel campo dell’immigrazione. Enrico Di Pasquale, ricercatore della Fondazione Leone Moressa, aprirà la rassegna venerdì 1 aprile, alle ore 20.30 con la serata intitolata ‘Il valore economico dell’immigrazione’. Venerdì 15 aprile, alle ore 20.30, l’incontro ‘I giusti del Mediterraneo’ vedrà l’intervento e la testimonianza di Nawal Soufi, attivista a Lampedusa e nell’Egeo. Le cifre e i principali dati che fotografano l’immigrazione restituendone la corretta rappresentazione saranno invece illustrati venerdì 6 maggio, alle ore 20.30, dal professor Gianpiero Dalla Zuanna dell’Università di Padova, nella serata intitolata ‘Migrazioni: i numeri di ieri, di oggi e di domani’. La rassegna vivrà il proprio momento conclusivo venerdì 20 maggio, alle 18.00. Il professor Massimo Campanini dell’Università di Trento, e membro della Consulta per l’Islam italiano, affronterà il rapporto fra religione islamica e democrazia. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com