Tragedia nel beneventano: carabiniere spara alla moglie, poi si toglie la vita

Ancora un caso di femminicidio, ancora una volta al Sud. La conduce in auto con sé, si apparta chiedendole di parlarle, poi le spara. Infine si suicida. E’ il piano omicida messo in atto da un carabiniere nel beneventano che ha così ucciso la moglie , prima di togliersi la vita.  La tragedia si è consumata nei pressi dello stadio “Vigorito”, intorno all’ora di pranzo. A nulla è servito l’intervento delle forze dell’ordine e dei soccorsi, che hanno tentato invano di salvare la vita almeno alla donna. I due, 46 anni lui e 41 anni lei, avevano tre figli di 19, 16 e 9 anni e vivevano nel popolare quartiere Libertà nel capoluogo sannita. L’uomo lavorava alla stazione dei carabinieri di San Leucio del Sannio, sempre nel Beneventano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com