Barletta: crollo palazzina, 2 le vittime e 11 dispersi

Si scava ancora tra le macerie della palazzina crollata a Barletta. Le notizie che arrivano sono frammentate. Non è infatti confermato che siano già due i morti di questa tragedia. Per il momento, è stato individuato il corpo della ragazzina che si trovava nel laboratorio. Si tratta della figlia dei titolari, che oggi era uscita prima da scuola. La ragazza frequenta il liceo pedagogico e oggi era uscita perché a scuola mancava un professore. Si chiamava Maria Cinquepalmi.

Il suo nome si aggiunge a quello dell’ operaia 29enne, estratta anch’essa morta dalle macerie.  Tuttavia Il bilancio delle vittime potrebbe aggravarsi.

Barletta, cinque persone sotto le macerie: Cinque persone, tra cui anche una bambina sarebbero rimaste coinvolte nel crollo di  una vecchia palazzina disabitata, nel centro di Barletta, in via Roma.  Dalle macerie è stato estratto  il cadavere di una ragazza, di età apparente tra i 15 e i 20 anni. L’incidente ha interessato anche un laboratorio tessile.  A dare la notizia, il tecnico comunale che lo ha comunicato al procuratore della Repubblica sul posto. Sul luogo sono al lavoro anche tecnici dell’Eni per fermare la fuga di gas dalle condutture danneggiate dal crollo. La palazzina crollata fa parte di un gruppo di tre interessate da una ristrutturazione, in pieno centro cittadino. Nei giorni scorsi persone abitanti nelle vicinanze avrebbero segnalato al Comune che si avvertivano scricchiolii e che ritenevano necessario intervenire. Dalle macerie è stata estratta un’auto vuota che evidentemente era solo parcheggiata davanti alla palazzina.

Donna incinta estratta viva dalle macerie: Una donna, forse incinta, è stata estratta dalle macerie. Non è chiaro se le macerie abbiano travolto passanti ed eventuali auto in transito. Sul posto sono al lavoro personale del 118, vigili del fuoco, polizia e carabinieri.

Il lavoro dei soccorritori risulta particolarmente frenetico perché nella zona c’é un forte odore di gas, probabilmente causato dalla rottura di una conduttura in seguito al crollo. Sul posto, tra gli altri, sono giunti il procuratore della Repubblica di Trani, Carlo Maria Capristo con il pm Giuseppe Maralfa.

Tra le cause del crollo della palazzina a Barletta, quella più probabile tracciata dagli investigatori,  è quella legata ai lavori di ristrutturazione che erano in corso su tre edifici diversi in quella strada. Inoltre gli inquirenti escludono che il cedimento sia dovuto ad una fuga di gas.

Sul luogo del crollo, avvenuto intorno a mezzogiorno, si attende l’arrivo di alcune unità cinofile per individuare le cinque persone che ancora si trovano sotto le macerie, in via Roma. Intanto la donna incinta estratta viva è stata ricoverata in ospedale e le sue condizioni sono definite buone dai medici. Sul posto proseguono le attività di soccorso. Tra coloro che sono impegnati a scavare con le mani tra le macerie ci sono numerosi immigrati.  Presto a Barletta, ci saranno anche una cinquantina di militari dell’Esercito italiano e altrettanti uomini della Protezione civile. Lo ha annunciato poco fa il questore di Bari, Domenico Pinzello.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com