Torna a Firenze il Festival dei Bambini

Tre giorni per giocare, imparare e divertirsi. Tre giorni per partecipare a eventi straordinari, come il coro da record che darà la possibilità a grandi e piccini di cantare nella cavea del Teatro dell’Opera e per fare incontri speciali, come quello con l’astronauta Luca Parmitano nel Salone dei Cinquecento. Torna a Firenze, dal 15 al 17 aprile, il Festival dei Bambini, che dedica la terza edizione alla solidarietà con un titolo che strizza l’occhio da una parte all’attualità e dall’altra al 50° anniversario dell’alluvione che mise in ginocchio la città nel novembre del 1966. ‘Insieme è meglio’, questo lo slogan dell’edizione 2016, che ricorda la macchina solidale innescatasi all’indomani della tragedia fiorentina, con una serie di mostre a tema e laboratori che spiegano ai ragazzi il legame tra la città di Firenze e il suo fiume. Il Festival, dedicato ai piccoli tra 0 e 13 anni, ha l’obiettivo di valorizzare l’impegno della città nell’educazione e nella formazione delle nuove generazioni ed è organizzato da Codice. Idee per la Cultura, promosso dal Comune di Firenze con la partecipazione istituzionale del Ministero della Difesa e ha come partner scientifico Indire. I main partner sono Autostrade per l’Italia, Esselunga, Fastweb, Intesa Sanpaolo, i partner Enegan e Sammontana, gli sponsor Menarini, Poste Italiane, Publiacqua e Quadrifoglio, ha come supporter Bassilichi, Montblanc, Oranfrizer, gli sponsor tecnici sono Luisa Via Roma e Revet e ha il sostegno di Officina Profumo Farmaceutica di Santa Maria Novella. È un’edizione ancora più importante delle precedenti per il tema che tratta, spiega Vittorio Bo, presidente di Codice, per il ricordo dell’alluvione ma anche i riscontri positivi che quell’evento ha portato in termini di collaborazione, condivisione e socialità, tutti aspetti sulla cui importanza, fondamentale per ognuno di noi, c’è bisogno di riflettere. Di anno in anno il Festival cresce e si nutre della fitta rete di rapporti creati nelle edizioni precedenti, aggiunge, aumenta la programmazione e la partecipazione, sia delle imprese sia delle istituzioni. Con Firenze poi c’è un rapporto eccezionale, è la città ideale per i bambini, e vogliamo che lo sia sempre di più. ‘I bambini sono i grandi protagonisti della vita cittadina e lo saranno a maggior ragione dal 15 al 17 di aprile’, commenta la vicesindaca e assessora all’educazione Cristina Giachi, ‘Firenze accoglie molto volentieri la terza edizione del Festival. Siamo una città grande non solo grazie alla cultura, alla storia, alla capacità economica ma anche, e soprattutto, per l’attenzione che sappiamo da sempre riservare ai più piccoli, per le attività e gli spazi dedicati all’infanzia, in particolare per la crescita creativa, il rispetto degli altri e dell’ambiente, la sensibilità all’arte, al teatro e alla musica, l’educazione scientifica, il gioco e la pratica sportiva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com