Terrorismo: inneggiava su Facebook alla jihad, espulso pakistano

 Il Gip del Tribunale di Macerata Chiara Minerva ha firmato un decreto di espulsione a carico di un pakistano di 26 anni da tempo residente a Civitanova Marche. Nella sua pagina Facebook il giovane avrebbe scritto frasi inneggianti alla jihad e condiviso video jihadisti. Inoltre aveva collegamenti con siti presumibilmente legati a cellule terroristiche del Pakistan. La segnalazione è stata fatta dal ministero dell’Interno dopo che i servizi di intelligence avevano intercettato le frasi inneggianti alla guerra santa contro l’Europa sul social network e i siti contattati dal 26enne. Immediatamente la polizia lo ha raggiunto nella fabbrica di Civitanova, una ditta di calzature, dove lavora da tempo. Il giovane risiedeva in città da 12 anni con la famiglia, che ha già ottenuto la cittadinanza italiana. Davanti al magistrato ieri ha negato di essere in contatto con cellule terroristiche e ammesso soltanto di aver captato i video inseriti in internet da un suo amico pakistano. Il decreto di espulsione è diventato immediatamente esecutivo e il giovane è stato accompagnato a Fiumicino per prendere il primo aereo diretto in Pakistan.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com