Terremoto, scosse nel messinese e tra Salerno e Potenza

Scosse di terremoto e sciame sismico nella notte. Paura nei centri della costa tirrenica messinese.  Per fortuna al momento non si segnalano danni a cose e persone. I due eventi più forti si sono prodotti la scorsa notte all’1.51 e all’1.59, con magnitudo rispettivamente 4.2 e 4.1 sulla scala Richter. I comuni più vicini all’epicentro, localizzato nell’area dei Golfi di Patti e di Milazzo, sono Patti, Brolo, Gioiosa Marea. Il primo dei due terremoti si è prodotto a una profondità superficiale, di 10,4 chilometri, e questo lo ha reso maggiormente percepibile dalla popolazione. I due eventi di più forte intensità sono stati seguiti da 24 scosse più lievi, con magnitudo oscillante tra 2 e 2.6, l’ultima delle quali, finora, è stata rilevata dall’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia alle 6.25 di stamani.  Una scossa di terremoto di magnitudo 2.6 é stata registrata alle 5:55 al confine tra Campania e Basilicata, tra le province di Salerno e Potenza. Secondo i rilevamenti dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), il sisma ha avuto ipocentro a 10,6 km di profondità ed epicentro in prossimità dei comuni salernitani di Caggiano, Ricigliano, Romagnano al Monte e Salvitelle, e di quelli potentini di Balvano, Baragiano, Picerno, Sant’Angelo le Fratte, Savoia di Lucania e Vietri di Potenza. Non si registrano danni a persone o cose.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com