Terremoto negli Usa. Paura a New York e Washington

Gli Stati Uniti d’America rivivono l’incubo dell’11 settembre. Questa volta non è stato un attacco terroristico ma una forte scossa di terremoto a far ripiombare nella paura Washington e New York. La sede del Congresso nella capitale è stata evacuata e gli uffici del Pentagono in pochissimi minuti sono diventati vuoti. Nella Grande Mela la  gente impaurita si è riversata immediatamente in strada e tantissimi edifici pubblici, compresi i musei, sono stati evacuati. In tanti hanno pensato ad un nuovo attentato terroristico e la mente è ritornata a quell’undici settembre di dieci anni fa. L’edificio del Pentagono ha tremato, ha raccontato la corrispondente della Cnn, nello stesso modo in cui tremò il giorno dell’attacco alle torri gemelle.Il panico l’ha fatta da padrona. La scossa è stata avvertita anche nell’isola di Martha’s Vineyard dove il presidente degli Usa, Barack Obama, è in vacanza con la famiglia. Al momento non ci sono notizie di danni gravi alle persone, si contano solo diverse decine di feriti. Diversi gli edifici danneggiati dal sisma. La guglia della National Cathedral di Washington è stata lesionata e si teme che si sia inclinato il Washington Monument, l’obelisco che sorge vicino alla Casa Bianca. L’epicentro della scossa di magnitudo 5,8 gradi sulla scala Richter è stato localizzato ad una profondità di sette chilometri, in una zona mineraria della Virginia a circa 80 miglia da Washington. Nella zona si trova anche una centrale nucleare, la North Anna Nuclear power plant. La compagnia che la gestisce, Dominion, ha fatto sapere che sta aspettando una valutazione su un eventuale impatto. Il sisma è stato avvertito in Ohaio e ha raggiunto addirittura Detroit e Toronto, in Canada.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com