Tennis, Fognini è il nuovo re di Montecarlo: l’azzurro trionfa per 6-3, 6-4 su Lajovic

Storica impresa di Fabio Fognini, che diventa il primo italiano di sempre a vincere un torneo Masters 1000. A Montecarlo conquista il nono trofeo in carriera e diventa il primo italiano a trionfare nel principato 51 anni dopo Nicola Pietrangeli, che nel 1968 conquistò il suo terzo trofeo. Nella finale del ‘Rolex Monte-Carlo Masters’, terzo ‘1000’ stagionale, dotato di un montepremi di 5.207.405 euro, che si è concluso sulla terra rossa del Country Club del Principato di Monaco, il 31enne di Arma di Taggia ha sconfitto per 6-3, 6-4, in un’ora e 38 minuti di partita, il serbo Dusan Lajovic, numero 48 Atp. Una vittoria che arriva 24 ore dopo aver annientato il giocatore più forte di tutti i tempi sul ‘rosso’,  Sua maestà Rafael Nadal, 11 volte vincitore nel Principato. Grazie alla vittoria di oggi Fognini migliorerà il best ranking guadagnando una posizione: dal 13 scende al 12 posto nella classifica mondiale e riprendendosi la leadership azzurra, scavalcando  Cecchinato.

“Questo è un evento straordinario: sono nato qui vicino ed è fantastico vincere qui” ha detto Fabio Fognini. Un successo tutt’altro che atteso quello del ligure: “Quest’anno ho iniziato male ma ringrazio il mio team, la mia famiglia e Flavia che non ha mai smesso di sostenermi, e di sopportarmi. Per me questo è uno dei tornei più belli del mondo e dedico questo successo a mia madre che domani compie gli anni. Un ringraziamento speciale per i fisioterapisti che questa settimana mi hanno aiutato davvero tanto”.

“Ancora non ho realizzato quello che ho fatto – ha detto ancora Fognini – Venivo da un periodo davvero brutto, se mi avessero detto che sarei tornato a casa con la coppa mi sarei messo a ridere. Ho solo provato a lottare con quello che avevo, anche contro condizioni atmosferiche davvero difficili. Poi in finale ho affrontato un giocatore allenato dal mio ex coach che mi conosce bene ma ce l’ho fatta. Stanotte ho dormito male e stamattina ho mangiato poco perché la tensione c’era. Diciamo che questa settimana ho cercato di ritrovarmi, di riscoprire la voglia di lottare. Certo contro Rublev c’è voluto anche un pizzico di fortuna ma match dopo match ho ritrovato anche il mio gioco”.

Entusiasta il presidente del Coni, Giovanni Malagò, che ha postato su Twitter: “Pasqua tricolore grazie a una pagina di storia scritta con la classe e la consapevolezza di un vero numero 1! Applausi a un immenso #Fognini, re di Montecarlo, 51 anni dopo #Pietrangeli, 1° italiano a trionfare nel format #ATPMasters1000”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com