Teglie Romane: è nata la guida alle migliori pizzerie al taglio della Capitale

La pizza al taglio è da sempre uno degli street food più amati dai romani, sin da bambina come tanti altri, ricordo di aver eletto la pizza al taglio a merenda preferita: bianca e caldissima, da sempre era immancabile nello zainetto a scuola. Crescendo poi tutti l’abbiamo scelta come pasto veloce per eccellenza, quando nella pausa pranzo da lavoro il tempo scarseggia, ma vogliamo concederci qualcosa di goloso, ecco che scatta l’ora della pizza a taglio. La sua semplicità non deve però trarre in inganno, e sebbene un tempo fosse considerato un cibo umilissimo, usato soprattutto per “chiudersi lo stomaco”, oggi la pizza al taglio è sempre più apprezzata e a tutti gli effetti riconosciuta per l’arte e la sapienza che essa esprime. E questo grazie soprattutto al lavoro dei tanti bravissimi “virtuosi della pizza in teglia alla romana” come Gabriele Bonci che l’hanno reinventata, rendendola più friabile, croccante e leggera, arricchendola poi con tantissimi gusti creativi e abbinamenti gourmet che l’hanno elevata e resa un cibo ancora più amato. Basta guardarsi intorno per notare che le pizzerie a taglio (gourmet e tradizionali) da sempre punteggiano numerosissime ogni angolo di Roma, al punto che è quasi LaCittadellaPizzaimpossibile farne una mappatura completa, ecco perché ora, che non è più un cibo con cui sfamarsi soltanto, ma anzi viene ricercata dal pubblico per il puro piacere di gustare una pizza di qualità, nasce una guida completamente dedicata ai migliori 46 indirizzi dove gustare la pizza al taglio nella Capitale.
Sabato 7 aprile alle ore 15 presso “La Città della Pizza” al Guido Reni District di Roma, è stata presentata Teglie Romane: la guida digitale gratuita con le migliori pizzerie a taglio dove assaggiare la gustosa specialità capitolina, a cura di Pizza On The Road e Tavole Romane. Alla presenza di un foltissimo pubblico di giornalisti e appassionati “pizza lovers”, Luciana Squadrilli, Tania Mauri e la fotografa Alessandra Farinelli (per Pizza on the Road, nonché autrici del libro “La buona pizza”), insieme a Gabriele Lupo e Silvia Pontarelli del blog Tavole Romane hanno presentato la loro guida e premiato i loro TOP 18 insieme ad Agrodolce.it, media partner di Teglie Romane. L’idea della guida è nata quasi per caso, da uno scambio di messaggi tra gli autori, veri cultori della materia nonché consumatori insaziabili di quei pochi “centimetri quadri di felicità”, sui posti imperdibili dove gustare la pizza in teglia più buona della Capitale. E subito è scattato il piano comune: far tesoro delle proprie esperienze per fornire una guida all’assaggio per il crescente numero di curiosi e amanti della pizza al taglio. “L’obiettivo – spiegano gli autori – è quello di valorizzare uno dei simboli più amati della gastronomia capitolina, attraverso la selezione di una lista di locali, che si distinguono per la qualità dell’offerta e la passione dedicata a questo prodotto semplice ma non facile”. E continuano: “Ci siamo mossi con impegno e dedizione, quartiere per quartiere, alla ricerca di quelle che secondo noi sono pizze al taglio da non perdere, spingendoci talvolta oltre le porte della città”.
Grazie anche al contributo degli sponsor che hanno creduto nel progetto ( Birra Baladin, La Città della Pizza, Molino Vigevano, Moretti Forni, Olio Flaminio, A Tavola con lo Chef, Cosaporto.it, Così Com’è e Agrodolce), la guida ha ora visto la luce. La guida presenta una rosa di 46 locali appartenenti a 3 tipologie: forno, pizzeria al taglio, pizza e cucina.
“La pizza al taglio può essere considerata lo street food romano per eccellenza -commentano gli autori – non fosse altro che per l’inconfondibile profumo che permea vicoli e strade della città, spandendosi dai forni di quartiere e dalle numerose insegne dedicate. Una specialità che viene celebrata oggi anche ai tavoli di locali di nuova concezione che inseriscono la pizza al taglio e sue interpretazioni tra le prelibatezze gourmet da servire in abbinamento a birra, vini e cocktail”.
A ogni indirizzo corrisponde una scheda descrittiva contenente:
– offerta, storia, locale, pizza imperdibile in brevi paragrafi;
– informazioni pratiche che includono indirizzo, orari, prezzi, link al sito e alle pagine
social del locale (dove presenti) e icone grafiche che simboleggiano se ci sono posti
a sedere, sono ammessi animali, viene effettuato delivery e altro ancora.

La città della pizza
Le autrici con Alessandro Pipero durante la Premiazione
La prefazione è un omaggio di Alessandro Pipero, uno dei ristoratori più amati del panorama nazionale, grande cultore di Roma e della pizza al taglio e presente anche a lui alla Città della pizza per la presentazione. Esilaranti e spassionati sono i passaggi tra passato e presente con cui Alessandro rende omaggio a questa specialità, non mancando di sottolineare anche in occasione della presentazione uno dei motivi della sua passione per la pizza:“…E poi la pizza è donna e voi lo sapete che io amo le donne”.
E’ già possibile scaricare la guida dal sito dedicato www.teglieromane.it , per poterla consultare vi basterà fare l’iscrizione via email.
Durante la presentazione di sabato sono stati inoltre annunciati i 18 migliori indirizzi premiati dalla guida e da Agrodolce.it. Non c’è un punteggio o una classifica, perché sarebbe comunque riduttivo del grande lavoro che c’è dietro la pizza, ma già solo il fatto di essere menzionata in guida- hanno affermato gli autori- dimostra che la pizzeria merita assolutamente la visita.
Città della pizza
I ragazzi di Sancho al momento della premiazione
I pizzaioli vincitori al momento della consegna dell’attestato hanno sfilato ad uno ad uno davanti al pubblico presente in sala, che li ha accolti con entusiasmo e a volte addirittura con un vero e proprio tifo, confermando l’interesse e la vivacità del “mondo pizza”. Ma vediamo più nello specifico come sono stati attribuiti i Premi: nella guida infatti ha un ruolo fondamentale la sezione dedicata ad essi, attribuiti in base a 18 aspetti specifici, alcuni dei quali trascendono il “palato” ma hanno un ruolo essenziale per vivere l’esperienza di degustazione a 360°.A riconoscimenti del “gusto” più classici come Miglior Rossa o Miglior Margherita, o più innovativi come Migliore Creativa Terra o Mare si affiancano così quelli legati ad altri aspetti come Premio Ambiente e Premio Sorriso. Gli autori hanno fatto un lavoro scrupoloso e per scegliere i propri top 18 hanno effettuato più visite e numerosi assaggi dei vari tipi di pizza proposti, ciò garantisce l’attendibilità della guida nata da una severa e accurata selezione.Da segnalare inoltre i premi “gemellati” con alcuni Partner, che ne hanno interpretato e sposato i relativi valori: il Premio Molino Vigevano per la Miglior Novità (pizza e cucina) concepito anche per sostenere e incoraggiare recenti aperture – il Premio Baladin per la Miglior Offerta Birra. E ancora il Premio Olio Flaminio per la Migliore Bianca, il Premio Città della Pizza per la Miglior Creativa di terra e il Premio Moretti Forno per la Miglior Creativa della Tradizione Romana. Ecco i nomi dei pizzaioli premiati:
-Sorriso (cortesia e ospitalità): Casa Manco.
-Novità Pizza al Taglio: Exquisitaly.
-Offerta Birra (premio Baladin): La Focaccia.
Città della pizza
Grecco Miglior Offerta Vino
-Offerta vino: Grecco Enjoy.
-Ambiente: L’Osteria di Birra del Borgo.
-Comunicazione Social (premio Agrodolce): Pizzeria Sancho.
La Città della pizza
Novità Pizza e Cucina (premio Molino Vigevano): Spazio Niko Romito Roma | Pane e Caffè.
-Novità Pizza e Cucina (premio Molino Vigevano): Spazio Niko Romito Roma | Pane e Caffè.
-Pizza con le patate: Angelo e Simonetta Iezzi.
-Pizza rossa: Antico Forno Roscioli.
-Pizza bianca (premio Olio Flaminio): Bonci Panificio.
La Città della Pizza
-Creativa Terra (premio Città della Pizza): Bonci Pizzarium.
-Creativa Terra (premio Città della Pizza): Bonci Pizzarium.
-Pizza e mortadella: Forno Campo de’ Fiori.
-Pizza Stagionale: Lievito, Pizza, Pane.
La città della Pizza
Luciana Squadrilli( a dx ) e il premiato per la miglior pizza ripiena: Pizza Chef
-Pizza ripiena: Pizza Chef.
-Margherita: Pizzeria Quattro Stagioni.
-Creativa Mare: Pizzeria Sancho.
-Creativa Tradizione Romana (premio Moretti Forni): Pommidoro.
-Vegetariana: Trapizzino di Stefano Callegari

città della pizza
Angelo e Simonetta
Premiato anche Angelo Iezzi ( campione mondiale di pizza al taglio nel ‘92) che molti anni fa iniziò la rivoluzione nella pizza a taglio, adottando, primo fra tutti, i concetti di lunga lievitazione, estrema digeribilità e utilizzo del frigorifero nella gestione degli impasti. E ancora oggi Iezzi delizia il palato di tutti i romani, nella sua storica pizzeria di Via Nomentana, “Angelo e Simonetta”. Sua la dichiarazione più bella dopo la premiazione, che attesta quanta strada è stata fatta in questo campo da allora: “Ringrazio tutti per questo premio, un riconoscimento che rappresenta il lavoro di una vita e proprio per questo in un certo senso vorrei estenderlo a tutto il mondo pizza. Vedete…più di 30 anni fa quando ho iniziato io non era nemmeno possibile immaginare una città della pizza, eppure oggi esiste grazie al contributo di tutti.”

Il progetto Teglie Romane- si legge nel comunicato stampa- “si propone come una finestra aperta e attiva sul mondo della pizza al taglio di Roma, pronta ad accogliere suggerimenti da parte dei lettori che potranno essere recepiti nell’ ambito di aggiornamenti futuri”.
Lanciata anche la Pagina Facebook TeglieRomane che nasce con l’ intento di creare una vera e propria community di appassionati dove gli stessi pizzaioli saranno invitati a condividere suggestioni, opere e ricette tramite l’hashtag #teglieromane.

L’ambizione per il futuro hanno concluso gli autori è di garantire alla guida”Teglie Romane” una copertura sempre più capillare, ampliandola ad esempio anche con una sezione dedicata alle proposte gluten-free.

Valentina Franci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com