Tasso in rialzo dopo asta Bot, spread sotto i 460

Scende sotto i 460 punti lo spread tra il btp e il bund tedesco. Il differenziale scende a 457 punti base col rendimento del decennale in calo al 6,07%. Si restringe anche la forbice Madrid-Berlino con lo spread tra i titoli iberici e tedeschi a 509 punti. Il tasso sui bonos scende al 6,59%.

In netto rialzo invece il tasso dopo la vendita dei Bot annuali in asta oggi per 6,5 miliardi di euro. Il tasso è schizzato dal 2,34 di maggio al 3,972%, ai massimi di dicembre. I titoli sono stati interamente collocati.
In lieve calo la domanda nell’asta dei bot annuali realizzata oggi. Il rapporto fra domanda e offerta (bid to cover) è sceso a 1,73 contro l’1,79 di maggio. Tuttavia l’asta ha interamente collocato l’importo massimo prefissato dal Tesoro (6,5 miliardi di euro).

Piazza Affari in lieve rialzo. Parte in leggero rialzo ma con brevi escursioni in territorio negativo per Piazza Affari: l’indice Ftse Mib segna una crescita dello 0,14%, l’Ftse All Share un aumento dello 0,13%, in attesa dell’asta di metà mattina di Bot a 12 mesi per un massimo di 6,5 miliardi di euro. Tra i titoli principali tentano il rimbalzo le banche, con la Bpm che sale dell’1,92%, Intesa SanPaolo dell’1,26%, Unicredit e il Banco popolare dell’1% netto. Monte dei Paschi di Siena lascia il minimo della chiusura di ieri e sale dello 0,68% a un prezzo di 0,1933. Nel paniere a elevata capitalizzazione, debole Mediaset (-0,57%), vendite su Exor, che cede l’1,02%. Incerte Unipol (-0,06%) e Fonsai (-1%) dopo una partenza positiva, mentre è tornata agli scambi normali dopo l’asta di volatilità Premafin, che sale del 4,35%.

Circa redazione

Riprova

Congedo parentale, cosa cambia: le novità in 6 punti

Da sabato scatta il   nuovo sistema dei congedi parentali ,   maternità   e   paternità   per i …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com