Tangenti, appalti e corruzione elettorale: arrestati il sindaco e due assessori di Legnano

La guardia di finanza ha arrestato il sindaco di Legnano, Gianbattista Fratus(Lega), nell’ambito di un’indagine su turbata libertà degli incanti e corruzione elettorale. La misura cautelare è stata compiuta su disposizione della Procura di Busto Arsizio. In manette sono finiti anche l’assessore alle opere pubbliche, Chiara Lazzarini, e l’assessore al bilancio e vicesindaco del comune di Legnano, Maurizio Cozzi.

Nell’operazione, condotta nella città simbolo del Carroccio, sono stati impiegati oltre 50 finanzieri. Gli arrestati sono accusati anche di turbata libertà del procedimento di scelta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com