Svizzera boccia il reddito di cittadinanza per tutti

Gli svizzeri hanno ufficialmente bocciato il reddito di base incondizionato per tutti. La proposta, promossa da un gruppo indipendente, è stata infatti respinta dalla maggioranza dei cantoni della Confederazione, scrive l’agenzia di stampa svizzera. Per essere approvata la proposta avrebbe dovuto essere approvata da una doppia maggioranza, quella dei cantoni e dei votanti. La proposta non trovava già il favore dei sondaggi. L’iniziativa raccolse 100.000 firme per garantire a tutta la popolazione di condurre un’esistenza dignitosa e partecipare alla vita pubblica, anche senza esercitare un’attività lucrativa in un mondo che tende a sostituire al lavoro umano quello robotizzato, ed è stata promossa da un gruppo di cittadini indipendenti. Governo e parlamento l’hanno respinta praticamente in blocco.   Gli Svizzeri si pronunciano anche su altri quattro temi: l’iniziativa popolare a favore del servizio pubblico, quella per un equo finanziamento dei trasporti e su due modifiche legislative. La prima consentirebbe, ad alcune condizioni, un esame genetico degli embrioni ottenuti con fecondazione artificiale. La seconda riguarda la nuova legge sull’asilo e mira a istituire procedure più rapide per l’esame della domande dei richiedenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com