Svizzera. Barricato in casa l’uomo accusato di aver contagiato 16 persone di Aids

L’insegnate di musica 54enne, accusato di aver contagiato il virus dell’Hiv a 16 persone (parte delle vittime erano allievi che seguivano corsi di musica), è barricato da ieri in casa a Berna e, armato di coltello e spada da samurai, minaccia la polizia svizzera intervenuta per condurlo al tribunale. Le forze dell’ordine hanno circondato e transennato le vicinanze della casa per tutta la notte e, al momento, è impossibile prevedere la fine della vicenda. L’uomo martedì e ieri non si era presentato in tribunale accusando “un acuto esaurimento psichico e fisico” e, quando i giudici hanno chiesto alla polizia di andare a prelevarlo al suo domicilio, si è barricato in casa. L’uomo si dichiara innocente dall’accusa di aver infettato intenzionalmente tra il 2001 e il 2005 sedici persone con il virus Hiv. Secondo l’accusa, l’uomo, che affermava di essere un guaritore, si sarebbe procurato del sangue contaminato e con diversi pretesti sarebbe riuscito a pungere le vittime. Il procuratore pubblico ha chiesto 15 anni di carcere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com