Suzuki, debutta in Italia la quarta generazione della Jimny

Debutta ufficialmente oggi sul mercato italiano la quarta generazione di Jimny, l’auto precorritrice di tutti i fuoristrada ultracompatti. La sagoma richiama alla memoria i mitici Suzukini, con parabrezza verticale, mascherina con cinque feritoie e fari tondi, ora a led. La trazione è la integrale e inseribile 4WD Allgrip Pro, che consente di passare rapidamente dalle due alle quattro ruote motrici oppure di muoversi in 4×4 con le marce ridotte, con cui si superano senza fatica le pendenze più elevate e i fondi a bassa aderenza. Jimny adotta anche il controllo della trazione Lsd, che frena automaticamente le ruote che stanno slittando per redistribuire la coppia alle altre. Sul fronte della propulsione, Suzuki ha scelto un nuovo motore 1.5 a benzina, montato longitudinalmente per ottimizzare la distribuzione dei pesi e ridurre il diametro di sterzata. Questa unità è più leggera del 15% e più compatta del 1.3 della generazione precedente, rispetto alla quale offre anche una maggior coppia, specie ai bassi regimi.

La sua curva di erogazione si adatta così perfettamente tanto ai rapporti del cambio manuale a cinque marce quanto a quelli dell’automatico a quattro marce, offerto con un sovrapprezzo. Anche negli arredi convivono stilemi classici e soluzioni moderne. Il touch screen da 7 pollici fa da interfaccia a un sistema d’infotainment che integra sistema audio, Bluetooth e navigatore e assicura connettività con gli smartphone, grazie a Apple CarPlay, Android Auto e alla presa Usb. In rapporto alla lunghezza complessiva di soli 3.645 mm, l’abitabilità è ottima e c’è la possibilità di abbattere lo schienale posteriore in modo frazionato per aumentare la capacità del bagagliaio fino a 830 litri. La dotazione del nuovo Jimny, disponibile in un’unica versione, Top, completamente equipaggiata, rispecchia la filosofia Suzuki “Tutto di serie”: optional, solo le verniciature speciali. Sul fronte della sicurezza attiva rientrano i sistemi di mantenimento della corsia, riconoscimento dei cartelli stradali e dei pedoni, frenata autonoma d’emergenza e monitoraggio dei colpi di sonno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com