Supercoppa: Juve attacca la Lega

Dopo le tante polemiche per la sede della disputa della finale di Supercoppa, continua il siparietto tra i due club, Juventus e Lazio, e la Lega. Questa volta sono i bianconeri che, come annunciato nei giorni scorsi, ha presentato reclamo contro la delibera del Consiglio di Lega dello scorso 27 giugno relativo alla ripartizione dei proventi della gara che si disputerà a Roma, il 18 agosto prossimo. Il club allenato da Antonio Conte ritiene la Lega non competente per deliberare la ripartizione degli incassi. Nell’ultima assemblea è stato deciso di riconoscere a Lega di Serie A e Lazio un minimo equivalente a quanto avrebbero incassato in Cina e alla Juventus l’eccedenza, fino all’importo che avrebbe percepito dagli organizzatori cinesi, che avevano offerto complessivamente 3,3 milioni di euro. L’eventuale surplus andrebbe per il 10% alla Lega, mentre la restante parte dovrebbe esser suddivisa tra Lazio e Juventus. Precedentemente il presidente bianconero, Andrea Agnelli, aveva inviato una lettera al presidente della Lega di seria A, nella quale faceva notare – citando gli articoli 9 e 10 dello Statuto-Regolamento della Lega Nazionale Professionisti serie A – che “è di competenza dell’assemblea la ripartizione delle risorse fra i soggetti partecipanti alle competizioni della Lega” e che “il Consiglio di Lega propone la ripartizione degli incassi relativi alle gare di Supercoppa di Lega.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com