Su Amazon spunta la clausola ‘zombie’. Leggere per credere

“Questa limitazione non si applica nei casi certificati dai ‘Center for Disease Control’ degli Stati Uniti (organismo di controllo della sanità pubblica americana, ndr) di infezione virale trasmessa attraverso morsi o per contatto con fluidi corporei che provochino cadaveri umani rianimati che cerchino di consumare carne umana ancora vivente, sangue, cervello o tessuto nervoso, con l’obiettivo di provocare la fine della civiltà”. Regolamento di servizio di Amazon: capitolo 57, paragrafo 10.

Non ve ne siete mai accorti? Probabilmente perché non avete mai letto fino in fondo i ‘Termini di Servizio’ – composti da 58 capitoli e il cui ultimo aggiornamento è del 22 febbraio 2016 – con cui il colosso americano di commercio elettronico regolamenta il proprio ‘Web Services’‎ (AWS).

Una scelta (ideata di certo con ironia ma anche con una punta di spirito macabro) dietro alla quale, probabilmente, c’è la volontà della dirigenza della società di rendersi conto di chi realmente – e fino in fondo – legga il documento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com