Studentesse marocchine escono dall’aula a Varese durante il minuto di silenzio per Parigi

VARESE. “Siamo uscite dall’aula perché non abbiamo capito come mai si deve esprimere solidarietà solo alle vittime di Parigi e non a quelli che muoiono in tutti gli attentati in altre parti del mondo”. E’ questa la giustificazione di sei studentesse marocchine di una scuola di Varese, che lunedì hanno deciso di uscire dall’aula durante il minuto di silenzio in ricordo delle vittime della strage di Parigi.

La vicenda, riportata da ‘La Prealpina’ ha avuto luogo nell’istituto tecnico commerciale Daverio, dove la preside, Nicoletta Pizzato, che all’inizio aveva negato di essere a conoscenza dell’episodio, ha confermato i fatti. Inoltre, assieme alle sei ragazze marocchine, ci sarebbero stati altri studenti italiani che hanno deciso di uscire dalle aule durante il minuto di silenzio. “Subito dopo comunque, quando sono rientrati – ha detto la dirigente scolastica – in quella classe c’è stato un lungo approfondimento”.

Sull’episodio sarebbero in corso degli accertamenti da parte della Digos di Varese, per chiarire le reali motivazioni che hanno portato gli studenti della prima classe dell’istituto Daverio (frequentata da molti alunni di religione islamica), ad allontanarsi dalle aule. Nella loro classe, sottolinea ‘La Prealpina’, è presente anche uno studente islamico che ha però rispettato il minuto di silenzio, rimanendo in aula con i compagni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com