Strage di Denver, Holmes unico imputato. Lunedì in tribunale

Orecchie a sventola e faccia da bravo ragazzo. Eppure ha dodici morti e più di 70 feriti sulla coscienza. James Holmes, il 24enne unico sospettato della strage di Denver, verrà ascoltato venerdì alle 8e30 in tribunale. La sua testimonianza, è prevista per le 8.30 ora locale (le 16.30 in Italia). E’ quanto riporta la polizia di Aurora, citata dalla stampa statunitense. Holmes, ex dottorando in neuroscienze alla University of Colorado, non aveva precedenti penali e ha agito da solo, entrando armato fino ai denti e mascherato da cattivo di Batman (Bane, ‘Il Flagello’) in una sala cinematografica del centro commerciale di Augusta, conurbazione di 300mila abitanti alla periferia di Denver.

A rendere ancora più difficile la ricerca di una giustificazione (ammesso che ci sia), l’ultimo agghiacciante bilancio della sparatoria diffuso dalle autorità:: 71 persone colpite, di cui ne sono morte 12 (10 sul luogo dell’eccidio, 2 in ospedale) e 59 feriti. Diversi sono ancora in condizioni critiche.

Casa killer, carica esplosiva. La polizia che ha effettuato i controlli in merio, ha definito l’appartamento di di James come una trappola esplosiva. Secondo gli agenti di Aurora, gli esplosivi sono “molto sofisticati” e questo potrebbe richiedere che la polizia si fermi nell’area “per ore o giorni”. L’area è stata evacuata. Le informazioni contraddicono le indiscrezioni precedentemente riportate dalla stampa americana, secondo le quali l’area era sgombra.

Famiglia Holmes: “Nostri cuori con le vittime2. “I nostri cuori sono con coloro che sono rimasti coinvolti nella tragedia e con le famiglie e gli amici delle vittime”. E’ quanto afferma la famiglia Holmes in una nota diffusa dalla polizia di Aurora.

“Sembrava un ragazzo normale, non so cosa gli sia accaduto”, commenta invece Tom Mai, uno dei vicini della famiglia di James Holmes.

Il killer 24enne è descritto dalle autorità come un solitario: è andato al liceo a San Diego e al College in Colorado. La madre, Arlene Holmes, vive a San Diego, a Rancho Penasquitos, e – secondo indiscrezioni – la polizia le starebbe offrendo una sicurezza rafforzata.

Warner e Cast Batman, “Sotto shock” – “Siamo profondamente tristi per uno scioccante avvenimento”: è il commento della la Warner Bros e di utto il cast tecnico e artistico di Dark Knight Rises.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com