Strage Bologna, confermato l’ergastolo in appello per Paolo Bellini

La Corte d’Assise d’Appello di Bologna, presieduta dal giudice Alberto Pederiali, ha confermato l’ergastolo per l’ex terrorista di Avanguardia Nazionale, Paolo Bellini, nel processo sulla strage della stazione del capoluogo emiliano del 2 agosto 1980. La sentenza è arrivata dopo sei ore di camera di consiglio. Bellini era accusato in concorso con gli ex Nar già condannati, Giusva Fioravanti, Francesca Mambro, Luigi Ciavardini e Gilberto Cavallini. E con Licio Gelli, Umberto Ortolani, Federico Umberto D’Amato e Mario Tedeschi, tutti morti e non più imputabili, ma ritenuti mandanti, finanziatori o organizzatori dell’attentato. La sentenza di oggi cementifica la versione sui responsabili dell’attentato, non solo i Nar ma tutti i movimenti della destra estremista dell’epoca, consolidati da fiumi di denaro, sottratti dalla P2 di Licio Gelli al Banco Ambrosiano di Roberto Calvi, con la copertura dei servizi deviati.

Circa redazione

Riprova

Rivolta in carcere a Venezia: «Detenuti armati di spranghe» seminano il caos

“Gravi disordini ci sono stati presso la casa circondariale di Venezia Santa Maria Maggiore, dove …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com