Stadio Roma, congelato iter

Continuano ad arrivare aggiornamenti riguardanti la situazione dell’iter dello Stadio della Roma, dopo gli arresti di ieri nell’ambito dell’inchiesta ‘Rinascimento‘ per associazione a delinquere finalizzata alla corruzione. Le misure cautelari disposte dal gip nell’ambito dell’inchiesta della Procura di Roma riguardanol’imprenditore e costruttore Luca Parnasi, presidente di Eurnova e principale artefice del progetto stadio, Adriano Palozzi, vicepresidente del consiglio regionale del Lazio, il presidente di Acea Luca Lanzalone, che aveva seguito come consulente legale il dossier sullo Stadio della Roma per conto dell’amministrazione Raggi e vicino al Movimento 5 Stelle. Arrestato anche Michele Civita, ex assessore al territorio della Regione Lazio.

Sono stati fissati per domani gli interrogatori di garanzia delle 9 persone arrestate nell’ambito dell’inchiesta della procura sul progetto dello stadio dell’As Roma. Sei persone, l’imprenditore Luca Parnasi e cinque suoi collaboratori, si trovano in carcere, mentre gli altri tre, il presidente di Acea Luca Alfredo Lanzalone, il consigliere regionale Pd ed ex assessore Michele Civita e il vicepresidente del Consiglio regionale Adriano Palozzi di Forza Italia, sono agli arresti domiciliari.L’atto istruttorio di Parnasi si svolgera’ a Milano, dove l’imprenditore e’ detenuto nel carcere di San Vittore. Gli altri interrogatori, invece, si svolgeranno a Roma.

Secondo quanto riporta l’Ansa, il dipartimento Urbanistica del Campidoglio ha inviato una lettera alla società costruttrice Eurnova per chiedere chiarimenti circa l’interlocutore dopo l’arresto del costruttore Luca Parnasi. A prendere le redini aziendali probabilmente subentrerà un curatore ‘commissario’. Ora si dovrà vagliare se tutti gli atti di dell’opera si confermeranno legittimi.Procedura che di fatto congela l’iter del progetto. L’iter amministrativo del progetto, secondo la road map tracciata prima che si scatenasse l’inchiesta, avrebbe dovuto portare entro la fine di luglio in aula Giulio Cesare la delibera del progetto modificato. In ogni caso ora si dovrà vagliare se tutti gli atti di un’opera al centro di un’inchiesta si confermeranno legittimi. Procedura che prenderà tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com