Stadio Roma, 9 arresti per corruzione: dal Pd al M5S tutti i nomi

Tutto l’arco costituzionale capitolino finisce in manette. I carabinieri hanno arrestato 9 persone nell’ambito di una inchiesta coordinata dal procuratore aggiunto di Roma Paolo Ielo per associazione a delinquere finalizzata alla commissione di condotte corruttive e di una serie di reati contro la Pubblica amministrazione nell’ambito delle procedure connesse alla realizzazione del nuovo stadio della Roma.

Sei persone sono finite in carcere e tre ai domiciliari. Tra gli arrestati ci sono il vicepresidente del Consiglio Regionale, Adriano Palozzi (Fi), l’imprenditore Luca Parnasi e l’ex assessore regionale Michele Civita del Pd. Arrestato anche il presidente di Acea, Luca Lanzalone che ha seguito il dossier sulla struttura che dovrebbe sorgere nella zona di Tor di Valle.

Nell’inchiesta finisce anche il capogruppo degli M5S in campidoglio, Paolo Ferrara, che all’inizio del 2017 aveva partecipato alla trattativa con il gruppo Parnasi per la modifica della prima stesura del progetto sulla struttura che dovrebbe sorgere a Tor di Valle.

L’operazione di oggi probabilmente allungherà i tempi di realizzazione al stadio di Tor di Valle. Oggi era prevista una riunione tra i proponenti e il Campidoglio, vertice che con tutta probabilità salterà a causa degli arresti.

Per il sindaco di Roma, Virginia Raggi, “chi ha sbagliato pagherà noi siamo dalla parte della legalità. Aspettiamo di leggere le carte. Al momento non esprimiamo alcun giudizio”. “Se è tutto regolare, spero che progetto stadio possa andare avanti”, ha concluso la sindaca.

“Chi stava lavorando allo stadio della Roma ed è stato arrestato lo conosco personalmente come una persona perbene e spero possa dimostrare la sua innocenza. C’è complicazione nel settore pubblico: il codice degli appalti, la legge contro il caporalato, il proliferare di leggi, codici e burocrazia aiuta chi vuole fregare prossimo. Un Paese più semplice è anche meno corrotto”, ha detto il vicepremier e ministro dell’Interno, Matteo Salvini.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com