Sport e professioni, Moretta: con nuovo Codice di Giustizia Sportiva strategico ruolo commercialisti

 “Abbiamo organizzato un focus sul nuovo Codice di Giustizia Sportiva della Figc (Federazione Italiana Gioco Calcio), entrato in vigore da qualche mese. Siamo convinti che i commercialisti possono offrire un contributo strategico alle associazioni sportive, collaborando concretamente per l’impostazione della nuova organizzazione tesa all’adeguamento delle norme  entrate in vigore”. Lo ha detto Vincenzo Moretta, presidente dell’Ordine dei dottori commercialisti di Napoli, intervenendo al convegno “Il nuovo Codice di Giustizia Sportiva della Figc”.

Stefano Palazzi, presidente della Corte Sportiva di Appello nazionale Figc, ha evidenziato: “Da parte di Federazione, Coni e di tutti gli operatori c’è uno sforzo massimo per far crescere questo settore. Lo sport ha una funzione sociale ed educativa che travalica gli interessi economici. Di certo il nuovo Codice di giustizia sportiva va in questa direzione: si è riproposto di dare maggiori certezze a tutti coloro che si occupano di sport e accelerare i procedimenti legati alla giustizia”.

Arcangelo Sessa, consigliere delegato dell’Odcec Napoli, ha affermato: “I commercialisti napoletani hanno predisposto una task force operativa, in collaborazione con altri ordini professionali, con l’obiettivo di individuare le soluzioni alle problematiche che sono state evidenziate in base all’applicazione delle nuove normative”.

Per Marilena Nasti, presidente della Commissione Sport, “il nuovo Codice di disciplina Figc era molto atteso: 142 articoli, processi celeri, tempi certi, nuove modalità di patteggiamento. Tante novità che realizziamo con il contributo prezioso dell’Ordine degli avvocati. Una sinergia per assistere le associazioni sportive campane che devono riorganizzare la struttura amministrativa e contabile ”.

Secondo Arturo Frojo, presidente Tribunale Federale e Corte Sportiva di Appello Territoriale Comitato Campania Figc, “il nuovo Codice deve essere diffuso ai tantissimi che praticano il gioco del calcio. In Campania abbiamo 12 mila calciatori e 800 squadre dilettantistiche che si misurano ogni domenica. Uno sport diffusissimo che ha importanza agonistica e sociale”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com