Spari a Roma, gravemente ferito il nuotatore Manuel Mateo Bortuzzo: rischia la paralisi

E’ ancor in gravi condizioni Manuel Mateo Bortuzzo, il giovane nuotatore di Treviso rimasto ferito da un colpo d’arma da fuoco a Roma, fuori da un pub in piazza Eschilo, all’Axa. Gli spari sono partiti da uno scooter con due uomini a bordo. In un video ripreso dalle telecamere di sorveglianza nella piazza si vedrebbero dei fari in lontananza e poi il ragazzo che si accascia a terra, accanto a un amico. Gli inquirenti non escludono che si sia trattato di uno scambio di persona. Il giovane, colpito a un fianco, è stato soccorso dagli uomini di una pattuglia delle volanti, chiamata per sedare una rissa. A quanto ricostruito dagli investigatori, il ragazzo era diretto in quel locale ma poi, proprio a causa della rissa, non è entrato. Una volta arrivati, gli agenti l’hanno portato prima all’ospedale Grassi e poi al San Camillo, dove è attualmente ricoverato in prognosi riservata, dopo essere stato sottoposto a un intervento d’urgenza per bloccare l’emorragia interna al torace provocata dal proiettile, che si sarebbe fermato su una vertebra. Bisogna aspettare 48 ore dall’intervento per sciogliere la prognosi perché per il giovane nuotatore potrebbe esserci il rischio di perdere la mobilità. Le forze dell’ordine stanno dando la caccia ai due uomini a bordo dello scooter che hanno esplosi i colpi di pistola. Da quanto si apprende uno dei due aggressori sarebbe stato identificato e sarebbe residente nel quadrante sud della Capitale, a pochi chilometri dal luogo dell’episodio, ma al momento non sarebbe reperibile. “Quei due hanno sparato a un centinaio metri dagli agenti della polizia, che era intervenuta al pub per sedare la rissa, con la quale la vittima non centrava niente”, spiegano alcuni testimoni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com