Spagna, premier: “Da vaccinazione universale Covid dipenderà mobilità internazionale”

La comunità internazionale deve impegnarsi “fermamente” per raggiungere la vaccinazione universale contro il coronavirus da cui dipenderà “interamente” il recupero della mobilità tra i Paesi. Lo ha affermato il presidente del governo spagnolo, Pedro Sanchez, nel suo intervento alla 24ma Assemblea generale dell’Organizzazione mondiale del turismo (Omt) in corso a Madrid. “Con il 90 per cento della popolazione di età superiore ai 12 anni vaccinata contro il Covid-19, continueremo a rafforzare e aumentare questa protezione e faremo in modo che questo grado di efficacia e adattabilità alle nuove varianti, che è enormemente promettente, possa essere raggiunto nelle prossime settimane”, ha evidenziato il premier.

Secondo Sanchez, tuttavia, nessun successo nazionale sarà sufficiente fino a quando i vaccini, in particolare con la comparsa della nuova variante Omicron, “non saranno disponibili ovunque”. A questo proposito, il capo dell’esecutivo ha ricordato che la Spagna sta rispettando il suo impegno di donare 30 milioni di dosi di vaccini attraverso il meccanismo Covax quest’anno e 50 milioni entro il primo trimestre del 2022. Sanchez ha poi sottolineato la necessità di condividere le conoscenze attraverso la liberalizzazione dei brevetti dei vaccini.

Circa redazione

Riprova

Russia-Cina: messaggio di Putin a Xi, collaboriamo a vantaggio dell’ordine mondiale

Il presidente russo Vladimir Putin si e’ congratulato con l’omologo cinese Xi Jinping in occasione …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com