Smeralda Holding potenzia il suo impegno per la sostenibilità

Smeralda Holding, la società controllata da Qatar Holding, proprietaria dei principali asset turistici a 5 stelle della Costa Smeralda, ha sottoscritto un accordo con la Scuola di Direzione Aziendale dell’Universita’ Bocconi per definire un Piano di Sostenibilità finalizzato ad individuare strategie ed iniziative volte a ridurre l’impatto ambientale delle attività del gruppo nei prossimi cinque anni.

L’obiettivo di Smeralda Holding si inserisce nel più ampio percorso che il Consorzio Costa Smeralda ha già intrapreso sottoscrivendo per primo un contratto con SDA Bocconi con il duplice proposito di sviluppare un proprio piano strategico per una gestione più sostenibile del territorio e dei servizi consortili innescando un circolo virtuoso in cui coinvolgere tutti gli associati del Consorzio guidando l’intero comparto Costa Smeralda verso scelte eco-sostenibili e ridurre le emissioni di C02 in Costa Smeralda. La valorizzazione e la tutela del patrimonio paesaggistico ed ambientale associato al marchio Costa Smeralda sono da sempre componenti fondamentali dell’approccio strategico di Smeralda Holding: Il 96% del comprensorio è costituito da aree verdi incontaminate che, insieme all’offerta di servizi del Gruppo che viene incrementata ogni anno, rappresentano il vero fattore distintivo della destinazione turistica.

Il Gruppo Smeralda Holding ha avviato già da tempo un percorso dedicato alla sostenibilità con la realizzazione di una serie di iniziative volte alla valorizzazione degli spazi verdi con la creazione di percorsi naturalistici come il Pevero Health Trail. Il Gruppo ha inoltre adottato una politica plastic free, bandendo oltre alle cannucce e alle bottiglie di plastica, anche posate, piatti e bicchieri, sostituiti con materiali biodegradabili, e ha messo in atto numerose attività e iniziative rivolte alle comunità locali. La partnership con SDA Bocconi è un’evoluzione di ciò che è stato sempre nel DNA della Costa Smeralda e che avrà come obiettivo lo sviluppo di ulteriori strategie per potenziare l’impegno del Gruppo rivolto alla sostenibilità.

In particolare, le strutture  del gruppo Smeralda Holding, dagli  alberghi, ai ristoranti e bar, alla marina e golf club saranno interessate da un piano studiato da SDA Bocconi che punterà a ridurre ogni tipo di impatto ambientale, attraverso azioni e pratiche relative a una gestione strategica dei rifiuti, dell’acqua, dell’energia e della mobilità che sarà totalmente elettrica entro il 2026. Tale approccio sarà utilizzato anche per quanto concerne gli impianti tecnologici con l’obiettivo di una ulteriore minimizzazione delle emissioni. Si tratta di un beneficio e di un investimento importante non solo per l’azienda, ma anche per il territorio stesso, in linea con la strategia del Gruppo che da sempre persegue la creazione di valore aggiunto per il territorio.

“Il nostro impegno per l’ambiente è parte di quella responsabilità sociale che Smeralda Holding ha assunto nei confronti del territorio e di chi lo abita fin dai tempi della sua costituzione. – commenta Mario Ferraro, CEO  di Smeralda Holding –  In qualità di associato principale abbiamo prontamente raccolto l’invito del Consorzio a condividere questo percorso e a farci promotori dell’iniziativa con l’auspicio che anche tutti gli altri consorziati sia privati che aziende, sposeranno la nostra iniziativa contribuendo fattivamente al raggiungimento dell’obiettivo comune di valorizzare una destinazione che oggi, anche con il supporto di SDA Boccconi, ha l’opportunità di aggiungere ai più alti standard internazionali nell’accoglienza, che già detiene, anche l’eccellenza nella sostenibilità.”

Smeralda Holding è una società italiana il cui azionista unico è Qatar Holding, braccio operativo di QIA, uno dei fondi sovrani più importanti al mondo, con una capacità di investimento di oltre 250 miliardi di dollari. Smeralda Holding nel 2012 ha rilevato dalla precedente proprietà un patrimonio immobiliare composto da quattro hotel (Cala Di Volpe, Romazzino, Pitrizza e Cervo), la Marina di Porto Cervo (uno dei più importanti porti nel Mediterraneo), un cantiere navale, il Pevero Golf Club, a cui si aggiungono altri asset minori come shops, uffici, appartamenti, bar, ristoranti e possiede 2.300 ettari di terreni sulla costa.

 

 

 

Per ulteriori informazioni:

Circa Redazione

Riprova

IL FINANCIAL TIMES PREMIA VELVET MEDIA, L’AGENZIA VENETA APRE LA NUOVA SEDE A MILANO

Per il terzo anno consecutivo l’azienda di marketing e vendita online entra nel ranking del …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com