Siria: amministrazione curda consegna a delegazione francese 12 orfani di “foreign fighter”

L’amministrazione curda nel nord-est della Siria ha consegnato a una delegazione governativa di Parigi 12 orfani figli di “foreign fighter” di cittadinanza francese. Lo ha reso noto in un comunicato Abdulkarim Omar, ministro degli Esteri “de facto” dell’amministrazione curda, precisando che il trasferimento ha avuto luogo ieri nella citta’ di Ain Issa. Una seconda operazione ha riguardato due bambini orfani di combattenti olandesi, consegnati invece a una delegazione del ministero degli Esteri dei Paesi Bassi.

Molti dei genitori dei bambini consegnati ai funzionari europei sono morti nel marzo scorso nel villaggio di Baghuz, sulle rive del fiume Eufrate al confine con l’Iraq, l’ultima roccaforte dello Stato islamico nell’est della Siria. Decine di altri “foreign fighter” catturati dalle Forze siriane democratiche (Fds), alleanza militare ribelle a maggioranza curda appoggiata dagli Stati Uniti, sono stati trasferiti in Iraq. Undici di loro di cittadinanza francese sono stati condannati a morte nelle ultime settimane dalle autorita’ di Baghdad.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com