Sindaco Berceto contro tagli al Comune: “Protesteremo in mutande”

“Tagli al Comune? Protesteremo in mutande”. E’ l’iniziativa originale di Luigi Lucchi, sindaco di Berceto sull’Appennino Parmense che conferma: “Il 22 marzo alle 11.30 sarò in piazza del Quirinale in mutande e con la fascia tricolore per dire no ai Comuni e contro disposizioni come la nuova tassa Tares i cui effetti, per molti, saranno ben più gravi dell’Imu”. “Una tassa – sottolinea – apparentemente comunale, che dovrebbe remunerare il servizio rifiuti e invece è un’altra odiosa tassa statale che il Governo neppure ha il coraggio di rivendicare come propria, continuando questa ‘buffonata’ anticostituzionale di usare i sindaci come gabellieri”. Un sindaco in mutande è  “una scena triste – commenta – un momento triste per far emergere, anche in modo figurato, la situazione in cui si trovano oggi gli amministratori pubblici che vogliono assolvere il compito dettato dalla Costituzione: difendere e tutelare i propri concittadini. E’ anche la dimostrazione del fallimento della politica, della rottura dei rapporti tra le esigenze del territorio e il Governo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com