Servono 35 milioni di euro per le bonifiche in tutta la Campania

Trentacinque milioni di euro per completare le bonifiche di siti di trasferenza e discariche della Campania. E’ questa la cifra che la Regione dovrà sborsare per risanare quelle aree che nel corso della lunga emergenza hanno ospitato tonnellate e tonnellate di rifiuti. Di questi 35 milioni una parte spetterà anche al Comune di Marcianise per la rimozione dei rifiuti e la messa in sicurezza del sito Santa Veneranda.

Ad assicurare il massimo impegno è stato ieri l’assessore campano all’Ambiente Giovanni Romano. Negli uffici della Regione si è, infatti, svolto l’incontro con gli esponenti di Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale di Caserta, che avevano sollecitato l’intervento di Romano con una delibera ad hoc approvata dal direttivo del partito la scorsa settimana.

La delegazione, composta dal coordinatore provinciale di Fdi-An Fulvio Campagnuolo, dal portavoce cittadino Gerardo Trombetta e dal presidente del consiglio comunale di Marcianise Giuseppe Tartaglione ha chiesto a Romano l’immediata risoluzione della problematica utilizzando il ribasso, le spese per coibentazione, per la messa in sicurezza e, attraverso l’implementazione del finanziamento concesso, la rimozione del cosiddetto “panettone” di località Santa Veneranda.

“Quando il Comune di Marcianise stipulò, prima nel 2008 e poi nel 2012, l’accordo sulle compensazioni ambientali la nostra amministrazione era retta da commissari prefettizi – spiega Tartaglione -. Furono loro a sottoscrivere un’intesa che prevedeva una compartecipazione economica del Comune nella bonifica del sito di Santa Veneranda. Fortunatamente, ieri l’assessore Romano ci ha assicurato che presto proporrà ai colleghi di giunta l’approvazione di una delibera che destina questi 35 milioni di euro nel Por regionale. Ovviamente dovremo aspettare i tempi tecnici, ma una volta approvata la delibera si potrà partire con i nuovi bandi”. Successivamente dovranno anche essere sottoscritte le nuove convenzioni con il soggetto attuatore; oggi è la Sogesid, società in house con il Ministero dell’Ambiente, il soggetto attuatore degli interventi sul sito di Santa Veneranda.

Soddisfatto per l’impegno promesso dall’assessore regionale si è detto il coordinatore provinciale di Fdi-An, Campagnuolo: “Da anni il Comune di Marcianise convive con la realtà Santa Veneranda. E’ giunto il momento di risanare quell’area e, soprattutto, garantire alla popolazione la necessaria bonifica del territorio affinché si azzerino i possibili danni alla salute pubblica. Ovviamente – conclude – massimo impegno profonderemo anche per tutte le altre aree della nostra provincia in cui insistono siti di trasferenza e discariche”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com