Sequestrati 7 centri di accoglienza: carenze di condizioni igieniche.

Cibo scadente, scarsa igiene: scattano i sigilli in 7 strutture che ospitano centinaia di immigrati, nel territorio dell’Avellinese, i Carabinieri dei Nas stanno eseguendo i sequestri. Altri tre centri sono stati chiusi su disposizione della Prefettura di Avellino.

L’inchiesta, coordinata dal Procuratore Rosario Cantelmo, è stata avviata a seguito di esposti della Ggil. Sono indagati i responsabili di alcune coop che fornivano di beni e servizi per la gestione dei centri di accoglienza.

Il gip di Avellino ha emesso su richiesta della Procura un’ordinanza, ha disposto il differimento dei tempi dello sgombero dei centri, in attesa di ottenere una soluzione adeguata per la sistemazione degli immigrati che sono ospitati nelle strutture.

Secondo le prime fonti, sarebbe coinvolta anche una società di Mafia Capitale. La Procura di Avellino indaga per presunte irregolarità nella gestione dei servizi dei centri di accoglienza di immigrati, ad Avellino.

Emilia Napolitano

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com