Separazione ed assegnazione alla madre della casa familiare Ordinanza della Suprema Corte di Cassazione III Sezione Civile n°9990 del 10 Aprile 2019

Separazione e assegnazione alla madre della casa familiare: venderla e trattenerla in comodato o locazione può essere sufficiente per evitarne gli effetti.
Con una lunga ed articolata ordinanza la Suprema Corte di Cassazione 3 Sezione Civile Presidente Dott. ssa Uliana Armano nell’Ordinanza n°9990 del 10 Aprile 2019 è tornata nuovamente sul problema molto sentito dell’assegnazione della casa coniugale,l’ordinanza in esame ha precisato che un eventuale azione revocatoria condotta anche vittoriosamente verso il proprietario dell’immobile avrebbe rappresentato una questione differente, che non toglieva il sopraesposto principio di diritto.
Quindi di fronte all’eventualità non infrequente nella vita reale di una separazione l’espulsione nei confronti del coniuge proprietario del bene o comunque avente un titolo esclusivo di godimento dello stesso, quindi alienare il bene anche nei confronti dei genitori per poi rimanere di fatto nella disponibilità dello stesso quale semplice comodante o locatario, in questo caso può essere inutile ai fini di bloccare gli effetti dell’assegnazione.
Movimento Genitori Separati
il Presidente
Dott.Marco A.Doria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com