Seoul: stop ad accordo di condivisione intelligence con Tokyo

La Corea del Sud ha chiarito oggiche uscirà dal patto di condivisione delle intelligence con il Giappone, dando corso a una minaccia dei giorni scorsi, in una fase di rapporti pessimi tra Seoul e Tokyo. Lo riferisce l’agenzia di stampa Kyodo. Il governo del Sud inquadra il passo come una reazione ai provvedimenti di compressione del commercio intrapresi da Tokyo, che vanno a colpire materiali necessari all’industria tecnologica strategica della Corea del Sud. Per questo motivo, la condivisione di informazioni sensibili sarebbe inopportuna.

Il patto GSOMIA è stato firmato alla fine del 2016 e ile due parti hanno fino a dopodomani per notificare l’uscita dal’accordo. Le relazioni tra Tokyo e Seoul sono ulteriormente peggiorate dopo che una corte sudcoreana ha ordinato che aziende nipponiche paghino risarcimenti per i lavoro obbligato imposto ai coreani durante il periodo coloniale e della seconda guerra mondiale.

Tokyo considera chiusa quella pagina e onorati tutti gli obblighi con l’accordo di normalizzazione dei rapporti del 1965. A migliorare la situazione non è stato sufficiente l’incontro di ieri a Pechino tra il ministro degli Esteri nipponico Taro Kono e la ministra degli esteri sudcoreana Kang Kyung-wha.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com