Segre: assegnata scorta a senatrice a vita

In seguito alle minacce via web e allo striscione di Forza nuova esposto nel corso di un appuntamento pubblico a cui partecipava a Milano, il prefetto Renato Saccone ha deciso di assegnare la tutela alla senatrice a vita Liliana Segre, ex deportata ad Auschwitz, che, da oggi, avra’ due carabinieri che la accompagneranno in ogni suo spostamento. La notizia e’ pubblicata su alcuni quotidiani milanesi.

La decisione, spiegano i quotidiani, e’ stata presa durante il Comitato per l’ordine pubblico e la sicurezza che si e’ tenuto ieri. Sugli insulti e minacce ricevuti dalla senatrice via web la Procura di Milano ha aperto un’inchiesta allo stato contro ignoti. A occuparsene e’ il Dipartimento antiterrorismo.

“A Liliana Segre, una delle ultime sopravvissute italiane alle camere a gas di Auschwitz-Birkenau, oggi lo Stato assegna una scorta perche’ la deve difendere da nuove minacce. E’ un terribile segnale, e’ un mondo che corre all’indietro. Difendere oggi chi ha attraversato l’inferno ieri e’ un dovere ma e’ anche una sconfitta”. Cosi’ in una nota il deputato Pd Emanuele Fiano. Per la sottosegretaria ai rapporti con il Parlamento Simona Malpezzi, “La decisione di mettere sotto tutela la senatrice a vita Lilliana Segre, per le continue minacce che riceve, rende l’idea del pericolo che corrono tutte le persone civili e democratiche nel nostro Paese. C’e’ un clima sociale e politico pesante in Italia che viene spesso sottovalutato, da oggi non deve essere piu’ possibile tollerare qualsiasi manifestazione o cedimento verso posizioni razziste e fasciste. E’ un impegno che tutti i gruppi parlamentari devono assumere con chiarezza. Lo dobbiamo a Lilliana Segre, lo dobbiamo alla democrazia che va difesa senza alcuna ambiguita’”.

L’esponente di Sinistra italiana-Liberi e uguali, Nicola Fratoianni, ospite di Radio Cusano Campus, ha affermato: “certamente questo Paese si e’ via via incattivito, cresce una regressione culturale che e’ in buona parte alimentata in forma cinica da una buona parte della politica. Come se non fosse bastato tutto quello che ha vissuto”, ha proseguito il parlamentare di Leu, “oggi la senatrice Segre e’ costretta a muoversi sotto scorta a 90 anni a causa degli insulti razzisti, e’ davvero impressionante”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com