Segnali di sfiducia sull’Italia precipitano su Palazzo Chigi

Le parole di Salvini sul possibile sforamento del deficit, e di conseguenza le fibrillazioni dello spread. Oggi i report di due tra i colossi bancari italiani -Unicredit e Mps  – a certificare che “i Btp sono stati sotto pressione dopo i commenti di Matteo Salvini sul deficit”.  Una ondata di vendite di titoli di stato che non fa presagire nulla di buono. E che si ripercuote robustamente su Palazzo Chigi.

Giuseppe Conte definisce sullo sfondamento del rapporto deficit/Pil al 3% sono state dichiarazioni che non sono piaciute affatto al premier, da due giorni costantemente informato dai suoi sull’andamento del rapporto tra btp italiani e bund tedeschi, che oggi ha sforato i 290 punti base per poi attestarsi a quota 285.

 Con Di Maio a ammonire durante Porta a Porta: “Non voteremo mai una legge di bilancio che farà aumentare il debito pubblico”.

Negli ultimi giorni il capo politico ricalibrerà il messaggio, che batterà sul tasto di un Salvini alleato a Bruxelles di Juncker e di un Zingaretti accanto a Moscovici, entrambi “nemici” dell’Italia. Spartito inaugurato già: “È un po’ singolare vedere la Lega che si va ad alleare con Juncker, cioè con quelli che in questi anni hanno rappresentato l’austerity e hanno voluto la legge Fornero. È un po’ incoerente”.

 In pre consiglio si inizierà a discutere il testo del decreto sicurezza bis, che il Carroccio vorrebbe approvare subito, e si preannuncia una battaglia in punta di cavillo tra gli esperti legislativi di entrambi i partiti. Alcune fonti vicino a Conte si limitano a dire che difficilmente ci saranno le condizioni politiche affinché si possa arrivare a un disco verde prima del voto: “Magari il documento farà un primo giro di tavolo in Cdm, per consentire al ministro dell’Interno di dimostrare plasticamente che sta andando avanti, complicato che si faccia di più”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com