epa08302817 A school teacher holds a distance education lesson in No 1298 secondary school in Moscow, Russia, 18 March 2020. In line with measures aimed at preventing the spread of the Covid-19 and coronavirus, Moscow schools have implemented flexible attendance starting from 16 March 2020. Parents decide themselves if their child continues to attend classes at school or stay at home. For those who stay at home schools support of distance education. EPA/SERGEI ILNITSKY

Scuola: sindacati all’attacco sulla proposta Azzolina

Sindacati all’attacco dopo le parole di ieri della ministra Lucia Azzolina sulle modalità di ripresa della scuola a settembre. “La ripresa in sicurezza delle attività scolastiche – dice Annamaria Furlan, segretaria generale della Cisl – è un tema importante e delicato che riguarda milioni di famiglie e di studenti. Occorre aprire un confronto serio a Palazzo Chigi. La turnazione e la didattica a distanza sono improponibili per il livello di povertà di tante famiglie e la scarsa diffusione della banda larga”.

Intanto dalla task force del ministero dell’Istruzione arriva una puntualizzazione: la divisione delle classi, metà in aula e metà online, della quale ha parlato la ministra dell’Istruzione Azzolina “è quello che noi chiamiamo lo scenario zero, lo scenario di partenza, sul quale stiamo lavorando. Con varianti che vanno soppesate, perché ci sono sia i bambini di prima elementare che i maturandi”. Lo ha detto  Patrizio Bianchi, presidente della task force. “La cosa importante – aggiunge – è che ognuno, ma neanche uno di meno, possa usufruire al meglio delle condizioni che possiamo offrire”.

 

Circa Redazione

Riprova

Conte, Olivia Paladino e la scorta: il caso Iene fa aprire un’indagine

La scorta del premier Conte usata impropriamente dalla fidanzata Olivia Paladino? La Procura di Roma sta indagando dopo …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com