Schwazer e la ‘bistecca…’

ROMA. Potrebbe esserci una bistecca consumata durante il cenone di Capodanno alla base del riscontro positivo al testosterone sintetico per Alex Schwazer. L’ipotesi è dell’avvocato difensore del marciatore, Gerhard Brandstaetter: l’animale usato per fare la bistecca potrebbe infatti essere stato trattato con ormoni della crescita, come spesso oramai avviene in molti allevamenti intensivi. Però,  afferma il legale,  dopo sei mesi non è più dimostrabile, quindi non sarà parte della strategia di difesa. È stata depositata questa mattina, intanto, la denuncia penale a carico di ignoti per la vicenda che vede di nuovo nell’occhio del ciclone Schwazer. Nella denuncia, depositata in Procura a Bolzano, si ipotizzano i reati di frode sportiva e falso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com