Scalò cupola San Pietro, a giudizio

CITTA’ DEL VATICANO.  L’imprenditore triestino Marcello Di Finizio, arrestato in Vaticano dopo l’ennesima “impresa” che lo ha visto arrampicarsi per protesta sulla facciata della basilica di San Pietro  è stato rimesso ieri in libertà dalle autorità vaticane ma rinviato a giudizio per vari reati,   tra cui vilipendio e deturpamento di luogo di culto, resistenza e oltraggio alla forza pubblica, di cui risponderà in un processo fissato per il 7 febbraio.
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com