Savona, viene licenziato e tenta il suicidio

Senza lavoro non si vive e lo sa bene un 52enne savonese che ha tentato il suicidio. L’uomo subito dopo esser stato licenziato, ha tentato il suicidio tagliandosi le vene. A dare l’allarme è stata la moglie che, entrata nel bagno di casa ha visto l’uomo con un coltello in una mano avvolto in una pozza di sangue. Il personale del 118 ed i carabinieri hanno soccorso l’uomo e convinto a farsi visitare dai medici dell’ospedale San Paolo di Savona.  Purtroppo ogni giorno c’è un suicidio o un tentato suicidio a causa della crisi. Le persone, ormai, non sanno più cosa e come fare ad arrivare a fine mese. La crisi dilaga ed il lavoro scarseggia, purtroppo tutto si restringe ed anche la vita dei cittadini si chiude come un battito d’occhi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com